Catania: Conzatti (Iv), 'contro femminicidio non basta prevenzione, servono altre leggi'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 ago. (Adnkronos) – "Quello che ormai è chiaro a tutti è che contro i femminicidi le misure di prevenzione da sole non bastano. L’ennesimo caso di femminicidio che ha visto coinvolta Vanessa Zappalà, la giovane a cui l'ex fidanzato più volte denunciato per stalking ha sparato in strada ad Aci Trezza ne è la riprova”. Lo afferma la senatrice di Italia viva Donatella Conzatti, segretaria della commissione sul Femminicidio di Palazzo Madama.

“Basta perdere tempo: in commissione Giustizia del Senato -ricorda- sono pronti due ddl, la cui calendarizzazione è stata chiesta più e più volte, volti alla presa in carico e alla rieducazione degli uomini con comportamenti violenti. È pronta anche la relazione sull’efficacia della rieducazione dei maltrattanti che verrà esaminata dalla commissione contro il Femminicidio e poi portata in Aula per l’approvazione. Anche alla luce dell’ultimo drammatico caso di cronaca chiediamo alla ministra Cartabia grande attenzione sul tema e grande attenzione sui ddl che disciplinano come applicare nel nostro ordinamento l’articolo 16 della Convenzione di Istanbul sui maltrattanti. Leggi -conclude Conzatti- che devono essere approvate subito, domani è tardi: ce lo dicono le continue morti di donne per mano degli uomini. Non serve andare in Afghanistan per assistere ad atrocità contro le donne”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli