Catania, gli ordini arrivavano dal 41 bis: 20 arresti per mafia

Gca

Palermo, 3 giu. (askanews) - I carabinieri di Catania, su delega della Procura Distrettuale etnea, hanno eseguito su tutto il territorio nazionale un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania nei confronti di 20 persone tutte ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, ricettazione, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti ed altri reati.

L'organizzazione mafiosa, legata a "cosa nostra" catanese rappresentata dalla famiglia "Santapaola-Ercolano", era guidata dallo storico boss Pietro Puglisi, 62 anni, seppur detenuto in carcere. Oltre a Puglisi padre sono finiti in cella i suoi due figli, Salvatore e Giuseppe, di 41 e 34 anni. Sarebbero stati loro a portare all'esterno della prigione gli ordini del padre quando non era sottoposto al 41bis. Le indagini hanno consentito di far luce anche su 15 episodi di estorsione.