Catania, sequestrate 10mila mascherine in un negozio cinese

catania

Un’operazione della Guardia di Finanza ha portato al sequestro 10mila mascherine in un negozio cinese di Catania. I prodotti sono stati giudicati come inedeguati. Prevista una salata sanzione pecuniaria per il titolare del negozio.

Catania, 10mila mascherine sequestrate

La Guardia di Finanza di Catania nella notte ha sequestrato uno stock di 10mila mascherine messe in vendita in un negozio commerciale gestito da persone di nazionalità cinesi di Misterbianco. I militari hanno giudicato le mascherine inedeguate, e per questo motivo sono state immediatamente confiscate.

Da tempo i militari della Guardia di Finanza erano impegnati a controllare dei prezzi e delle caratteristiche dei prodotti maggiormente richiesti dopo l’inizio dell’allarme sanitario (maschere protettive, guanti, gel igienizzanti). Dopo mesi di indagini,è stato individuato il commerciante cinese come possibile trafficante di materiale sanitario illegale.

Nel locale hanno scoperto che le mascherine non riportavano le indicazioni previste dalla normativa sulla sicurezza dei prodotti: sulle confezioni non era specificata la composizione delle mascherine, fonadmentale per evitare potenziali rischi sanitari. Inevitabile dunque il sequestro amministrativo della merce: il titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato alla Camera di Commercio di Catania,e ora rischia quasi un massimo di 200mila euro di multa.