A Catania si riuniscono esperti di ematologia e oncologia pediatrica -3-

Bla

Roma, 5 ott. (askanews) - Il congresso vero e proprio sarà preceduto anche quest'anno dalla sessione "AIEOP incontra FIAGOP (Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica)". "Sarà un momento importante di dibattito e di confronto tra i genitori dei bambini ammalati di tumore e gli operatori sanitari impegnati in prima linea nella lotta contro queste malattie", dichiara il Dott. Marco Zecca, Presidente di AIEOP. Il tema della discussione sarà "I protocolli di cura e le sperimentazioni cliniche", affrontato dal punto di vista del medico, del genitore e del paziente, dello psicologo e del bioeticista.

La scelta di Catania quale sede del congresso nazionale è dovuta al fatto che il capoluogo di provincia siciliano ospita uno dei 50 centri di Emato-Oncologia Pediatrica AIEOP e, in particolare, uno dei due centri di riferimento regionale presenti nell'isola. Qui vengono accolti e assistiti bambini affetti dalle varie patologie emato-oncologiche. "Una vocazione particolare è legata alla cura di una malattia rara, la malattia drepanocitica, o anemia falciforme, un difetto genetico ereditario, fino a qualche anno fa presente soprattutto in Sicilia e in Italia meridionale, ma che adesso, in seguito alla recente immigrazione da Paesi dove questa malattia è endemica, si è diffusa in tutte le regioni italiane, portando quindi a un nuovo bisogno assistenziale e di ricerca", spiega la Prof.ssa Giovanna Russo, Direttore dell'Oncoematologia Pediatrica di Catania.

(Segue)