Catricalà: Monti-bis? Preferisco eludere la domanda

Roma, 11 ott. (LaPresse) - "La nomina del commissario anticorruzione dovrà avere l'assenso del Governo e passare al vaglio del Parlamento e del Presidente della Repubblica". Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri, Antonio Catricalà, intervenuto questa mattina al programma di Radio1, 'Prima di tutto'. Catricalà ha poi delineato i requisiti che dovrà avere il supercommissario: "Potrà ricoprire questo ruolo - ha detto - solo chi conosce profondamente la corruzione nella pubblica amministrazione e l'abbia contrastata personalmente". Nessun commento, invece, su un ipotetico Monti-Bis. Alla domanda sulla possibilità di un secondo mandato per l'attuale premier il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ha solo detto: "Ogni volta che parlo di questo argomento lo faccio a titolo personale, ma tutti pensano che parli per conto del mio presidente. A questo punto preferisco eludere la domanda".

Ricerca

Le notizie del giorno