Cattolica inaugura anno accademico: innovazione ma con "governo etico"

Cro-Mpd

Roma, 23 gen. (askanews) - "Nel futuro della medicina da un lato si va affermando una tecnologia che non è più strumento inerte da maneggiare o farmaco da somministrare; dall'altro lato l'organizzazione dell'attività sanitaria risentirà fortemente di tali innovazioni, e si imporrano scelte in termini di impiego delle risorse, che significa, dalla parte del paziente, disciplina dell'accesso alle cure, sempre più sofisticate ed efficaci, ma anche sempre più costose. Non si scorge, almeno per ora, in questi processi quell'effetto di riduzione dei costi unitari dei beni e dei servizi che in passato si accompagnava all'evoluzione tecnologica, ai processi di industrializzazione meccanica", è questo uno dei passaggi del discorso inaugurale del rettore Franco Anelli, pronunciato in occasione dell'Inaugurazione dell'anno accademico dell'Università Cattolica che si è tenuto oggi presso la Sede di Roma dell'Ateneo.

"Ecco quindi - ha proseguito il rettore Anelli - il 'compito' di concorrere a costruire una "etica" delle nuove, per tanti aspetti sfuggenti alla comprensione, tecnologie, che stanno mettendo alla prova concetti come quelli di libertà, dovere, responsabilità, relazione e ancor più radicalmente ridisegnano la stessa idea di soggetto".

In apertura della giornata la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana: "Ciò che vale nelle famiglie si può estendere al mondo universitario: una agenzia educativa che avvia con decisione all'età adulta, ma ha tutte le caratteristiche intergenerazionali di una grande famiglia, specialmente se si ispira esplicitamente a principi cristiani, anzi cattolici (del resto le due parole, «università» e «cattolica», si rifanno allo stesso significato di abbraccio universale)", ha detto il Cardinal Bassetti nell'omelia.

"La Sua presenza in mezzo a noi - ha affermato S. E. Monsignor Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell'Università Cattolica nel saluto iniziale della celebrazione liturgica, rivolgendosi al cardinale Bassetti - è per noi segno di attenzione da parte di tutta la realtà ecclesiale italiana. Quella Sua e della Chiesa italiana è una vicinanza particolarmente gradita e importante per la nostra istituzione che ogni giorno è chiamata a svolgere attività di primaria importanza nel campo educativo, scientifico e assistenziale". (Segue)