Cavallette non più e non solo piaga biblica ma anche “manicaretti” da gustare a tavola

·1 minuto per la lettura
Cavallette "autorizzate" a diventare cibo dall'Ue
Cavallette "autorizzate" a diventare cibo dall'Ue

Per la gioia di noi italiani che in tema di “insetti” non andiamo oltre i vermicelli all’amatriciana la Commissione Ue ha detto si all’immissione sul mercato della locusta come nuovo alimento. Le cavallette quindi non saranno più e non solo piaga biblica ma anche “manicaretti” da gustare a tavola.

Ue, la locusta diventerà il nuovo alimento per le nostre tavole

La novità arriva dopo il voto favorevole degli Stati membri e l’iter autorizzativo per l’immissione sul mercato della Locusta migratoria come nuovo alimento. La “Schistocerca gregaria”, finora conosciuta solo come piaga biblica e piaga delle colture planetarie in particolare dell’Africa sahariana e sub sahariana, diventerà non più e non solo sgraditissima e letale presenza nel cielo, ma anche controversa “ospite a tavola”, fritta, stufata o soprattutto in farina proteica.

Non solo devastatrice delle colture, arriva la “vendetta” Ue sulla locusta, che è diventata un nuovo alimento

Il nuovo alimento infatti sarà disponibile sotto forma congelata, essiccata e in polvere per essere commercializzata come snack o ingrediente alimentare. L’assenso di Bruxelles ha fatto seguito al parere positivo dell’Autorità europea per la sicurezza degli alimenti (Efsa).

Uso sicuro e indicazioni Ue sulle allergie, è ufficiale: la locusta è il nuovo alimento

La conclusione è stata che il consumo dell’insetto è sicuro per gli usi previsti dalla domanda. Ovviamente e secondo norma europea i prodotti contenenti questo nuovo alimento saranno etichettati per informare su potenziali reazioni allergiche. La locusta arriva seconda nelle autorizzazioni ai nuovi cibi di origine esapode: la prima autorizzazione di un insetto come nuovo alimento, le tarme della farine essiccate, fu adottata lo scorso luglio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli