Elezioni regionali Calabria, voto rinviato

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Slittano le elezioni regionali in Calabria. A quanto apprende l'Adnkronos, il Consiglio dei ministri, terminato dopo poco più di 20 minuti, ha stabilito che in Calabria si tornerà alle urne tra il 10 febbraio e il 15 aprile, causa emergenza Covid.

Il voto per il presidente della regione, dopo la scomparsa inattesa della governatrice Jole Santelli lo scorso 15 ottobre, avrebbe dovuto tenersi entro e non oltre gennaio. La Regione sarebbe dovuta infatti andare ad elezioni in tempi strettissimi - 60 giorni a partire dal congedo del Consiglio regionale, previsto per domani - ma la pandemia farà slittare l'appuntamento elettorale. Il governo ha infatti stabilito una finestra che va "da 90 a 150 giorni", spiega un altra fonte di governo all'Adnkronos.

"Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia - si legge nella nota ufficiale diffusa in tarda serata -, ha approvato disposizioni in materia di rinvio delle consultazioni elettorali per il rinnovo degli organi elettivi delle regioni a statuto ordinario, anche già scaduti, o le cui condizioni ne rendano necessario il rinnovo entro il 31 dicembre 2020. Il rinvio si rende necessario in considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica da Covid-19 e della conseguente necessità di assicurare che le consultazioni elettorali si svolgano in condizioni di sicurezza per la salute dei cittadini".

"Le consultazioni - prosegue la nota - avranno luogo non prima di novanta giorni e non oltre i centocinquanta giorni successivi, o nella domenica compresa nei sei giorni ulteriori, alle circostanze che rendono necessario il rinnovo. Fino alla data dell’insediamento dei nuovi organi elettivi, il Consiglio e la Giunta in carica continuano a svolgere, secondo le specifiche disposizioni dei rispettivi Statuti, compiti e funzioni nei limiti previsti e in ogni caso a garantire ogni utile iniziativa, anche legislativa, necessaria a far fronte a tutte le esigenze connesse all’emergenza sanitaria. Le disposizioni integreranno il contenuto del decreto-legge recante 'Misure urgenti per il rilancio del servizio sanitario della Regione Calabria', già approvato dal Consiglio dei ministri", conclude la nota.