Cdm paralimpica, Lambertini 2° a Eger nella spada Categoria A

ROMA (ITALPRESS) – E’ partita da Eger, in Ungheria, la prima tappa della Coppa del Mondo Paralimpica 2022/2023, che rappresenta il primo evento valido per la qualificazione ai Giochi di Parigi 2024. Un appuntamento doppiamente importante, in cui l’Italia ha subito centrato il podio con Emanuele Lambertini, che nella prova di spada categoria A si è piazzato al secondo posto. Il classe 1999 delle Fiamme Oro ha risposto presente nell’arma in cui è secondo al mondo e ha perso solo la finale contro il leader del ranking e medaglia d’oro paralimpica in carica Piers Gilliver, che ha vinto 15-9. L’azzurro, però, è stato autore di una bellissima prova partita nel tabellone dei 32 col successo sull’iracheno Hayder Al-Ogaili per 15-9 e proseguita con il derby italiano contro Matteo Betti, in cui l’emiliano ha avuto la meglio con lo stesso punteggio. Un quarto da brividi con la vittoria contro l’iracheno Zainlulabdeen Al-Madhkhoori per 15-14 ha permesso a Lambertini di accedere alla semifinale, in cui ha dominato 15-7 sul francese Luca Platania Parisi ed è così giunto in finale. Qui la sconfitta contro Gilliver, ma un secondo posto da festeggiare. Stop ai quarti per Matteo Dei Rossi che, dopo avere superato 15-6 il francese Quentin Fernandez Anssoux e 15-8 l’ucraino Artem Manko, è stato battuto anche lui dall’inglese Gilliver 15-8. Betti è uscito nei 16 proprio contro Lambertini, mentre al turno precedente era stato eliminato Edoardo Giordan, sconfitto 15-12 dall’inglese Joshua Waddell. Nella gara di spada femminile cat. B Rossana Pasquino, che nell’ultima tappa di Coppa del Mondo a Pisa aveva trionfato, stavolta ha chiuso quinta. La beneventana, seconda del ranking mondiale, è entrata nel tabellone direttamente nei 16 e ha subito affrontato e vinto 15-10 l’assalto tutto italiano contro Julia Anna Markowska, mentre ai quarti ha perso 15-12 contro l’ucraina Olena Fedota Isaieva, che ha così escluso l’azzurra dal podio. Undicesima Alessia Biagini, che per una sola stoccata (11-10 contro la francese Cecile Demaude) non ha centrato l’accesso ai quarti, quindicesima Julia Anna Markowska. Sesto e settimo posto per i portacolori italiani nel fioretto maschile cat. B: Marco Cima e Michele Massa sono giunti fino ai quarti e, a questo punto, sono stati eliminati rispettivamente dai due finalisti Dimitri Coutya (15-6) e Maxime Valet (15-8). Nella spada femminile categoria A Sofia Brunati si è fermata nei 16, superata dall’ungherese Amarilla Veres, mentre nei 32 aveva lasciato la gara Veronica Martini, battuta 15-12 dalla francese Clemence Delavoipiere. Domani sulle pedane ungheresi andranno in scena altre quattro gare: fioretto maschile cat. A, spada maschile cat. B, sciabola femminile cat. A e sciabola femminile cat. B.
– foto ufficio stampa Fis –
(ITALPRESS).