Cdp, Lega: disaccordo PD-M5S in Commissione lede interessi italiani

Pol/Gal

Roma, 16 ott. (askanews) - "La vicenda della Commissione di vigilanza su Cassa Depositi e Presiti S.p.A. sta prendendo i contorni del vaudeville. Dopo aver rivendicato per le opposizioni il ruolo di Presidenza con il governo precedente, cambiati gli equilibri il PD ha rivendicato lo stesso ruolo per la maggioranza, e fin qui siamo nel comprensibile. Meno comprensibile il fatto che, dopo aver assunto nell'ultima seduta un formale impegno di arrivare ad oggi con candidature condivise, la maggioranza ci fa sapere che la seduta prevista per oggi è sconvocata. Ci dispiace che il PD abbia deciso di imbarcarsi in un progetto politico con un partito con cui gli risulta impossibile trovare una sintesi anche su un tema importante ma non drammaticamente divisivo come questo. Esprimiamo la nostra preoccupazione soprattutto considerando che sta per aprirsi un'importante stagione di rinnovi delle cariche nel mondo delle partecipate statali ed è esattamente in una fase come questa che la Commissione dovrebbe esercitare con incisività il proprio ruolo a tutela degli interessi del Paese e di tutte le sensibilità politiche". Così in una nota congiunta i membri della Lega nella commissione, senatori Cristiano Zuliani, capogruppo, Alberto Bagnai e Roberta Ferrero.