Cdr GrRai: no a linguaggio d'odio, urgente policy su uso social

Rea

Roma, 7 set. (askanews) - "Sulla vicenda Sanfilippo, il Cdr del Giornale Radio e di Radio 1, sentito sia il direttore che lo stesso Sanfilippo, ribadisce che i giornalisti della testata sono e saranno sempre totalmente contrari al linguaggio d'odio presente nei media e nella società civile, consapevoli di dover essere un esempio nel delicato ruolo dell'informare". È qanto si legge in una dichiarazione del Cdr.

"Radio 1 e il Giornale Radio continueranno a contraddistinguersi per la professionalità, la sobrietà e l'imparzialità nei contenuti delle trasmissioni e dei suoi giornalisti, nel rispetto della deontologia professionale e delle leggi. Resta la necessità di una policy condivisa che regolamenti l'accesso e l'uso dei social da parte dei propri dipendenti, come sollecitato non da oggi dall'Usigrai, e che anche il cdr auspica che veda la luce al più presto", conclude la nota.