Ceccanti (Pd): grave no a mozione sfiducia Salvini subito in aula

Pol/Arc

Roma, 30 lug. (askanews) - "La decisione della maggioranza della Camera di non calendarizzare subito la mozione di sfiducia al Ministro Salvini è istituzionalmente grave". Lo afferma il deputato Pd Stefano Ceccanti.

"La Costituzione stabilisce infatti - osserva - già una pausa necessaria di tre giorni tra la presentazione e la votazione delle mozioni di sfiducia. Questa è una garanzia sufficiente a favore del Governo contro esiti imprevisti, dovuti magari ad assenze momentanee dei parlamentari della maggioranza. Se ne deduce, quindi, che l'organizzazione dei lavori dovrebbe, tranne necessità e obblighi indifferibili, favorire una calendarizzazione il più possibile vicina allo spirare del limite dei tre giorni. La maggioranza è già garantita dalla pausa, non può espanderla per far perdere di attualità alla mozione la cui finalità non è tanto quella di avere successo ma di marcare chiaramente un distinguo netto su temi importanti tra maggioranza e opposizione, senza che la prima giochi con le proprie differenze interne a coprire tutto lo spazio politico".

"Per di più per una mozione individuale che ha un'importanza storica perché è presentata simultaneamente in entrambe le Camere", conclude.