Cecchetti(Lega): da Conte critiche inaccettabili a Lombardia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 21 mag. (askanews) - "Non possiamo accettare critiche dall'ex premier Conte: tutti i lombardi si ricordano bene che due anni fa nel momento del massimo bisogno, nella prima ondata, il suo Governo giallorosso si è voltato a guardare dall'altra parte negando l'aiuto ai lombardi". Lo ha scritto in una nota Fabrizio Cecchetti, vice capogruppo della Lega alla Camera e coordinatore della Lega Lombarda, a proposito del video messaggio inviato dal leader del M5s, Giuseppe Conte, a un'iniziativa del suo partito in Lombardia, nel quale ha invitato a lavorare a un fronte progressista per costruire un'alternativa al centrodestra.

"L'avvocato Conte, colpevole di non aver istituito la zona rossa in Val Seriana, nei mesi più duri della prima ondata non è venuto nemmeno qui, non si è mai fatto vedere. Quando abbiamo chiesto a febbraio maggiori controlli e maggiori strumenti di prevenzione lui, il suo Governo M5s-Pd e i suoi inadeguati ministri ci hanno riso in faccia" ha aggiunto Cecchetti.

"Con un altro premier e un altro Governo in Lombardia avremmo potuto arginare meglio la pandemia e risparmiare chissà quante vite umane. Per cui se c'è uno proprio non può parlare della Regione Lombardia e criticarla quello è l'avvocato Conte, che deve solo tacere. Conte abbia un minimo di dignità e se proprio vuole 'espellere una politica che ha fallito' deve solo guardarsi allo specchio e cominciare da lui: ma tanto tra qualche mese, quando finalmente si tornerà al voto, saranno i cittadini italiani a espellerlo dalla politica" ha concluso l'esponente leghista.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli