Cecilia Quadrenni racconta il suo nuovo singolo

·2 minuto per la lettura
Cecilia Quadrenni Bella stupenda
Cecilia Quadrenni Bella stupenda

Cantautrice toscana dalla voce delicata e graffiante al contempo, dall’animo sensibile e profondo. Sognatrice e attenta osservatrice della realtà, con la sua creatività Cecilia Quadrenni ha dato vita al nuovo singolo, “Bella stupenda”. Nell’intervista esclusiva la cantante ha parlato della sua canzone, della sua vita parallela immaginaria e dei prossimi progetti.

Il nuovo singolo nasce dalla necessità dell’artista di ritrovare nuovi stimoli in un periodo di “arresto forzato” dalla vita quotidiana. Nel brano Cecilia, con un pizzico di follia e ironia, si immedesima in una bambola gonfiabile, vera passione e ossessione del suo proprietario, e che grazie al suo aiuto troverà il coraggio necessario per vivere nel mondo reale.

A tal proposito, ha dichiarato: “Durante una vacanza, mi innamorai un bellissimo manichino. Con lui ho immaginato mille avventure e una vita appagante e divertente. Questa esperienza mi è rimasta dentro e mi ha portato a scrivere “Bella stupenda”, brano dal risvolto ironico e quasi folle. Nella canzone ho dato vita a una bambola gonfiabile che parla al suo proprietario cercando di convincerlo a vivere in un mondo reale. Questo è un tema che si rivolge a tutte le persone che per un motivo o per un altro si rifugiano in un mondo di plastica, chiudendosi in casa o semplicemente rinunciando a vivere per paura di soffrire”.

Cecilia Quadrenni presenta “Bella stupenda”, il suo nuovo singolo

Cecilia Quadrenni ha parlato della fantasia con cui ha preso forma “Bella stupenda”. Il brano nasce durante il lockdown. Abbiamo vissuto momenti difficili e claustrofobici, poi ci siamo abituati al mondo virtuale. Ora è complicato tornare alla vita reale, alla normalità di un tempo, perché non siamo più protetti dalle mura domestiche e per questo abbiamo paura. Ho riflettuto sull’esistenza di un mondo parallelo nel quale in tanti cercano riparo. Molti lo trovano nei social e nella virtualità del web, scappando dalla realtà e non vivendo la vita vera. Indipendentemente dalla pandemia, spesso per paura ci creiamo delle “droghe” e ci accontentiamo di qualcosa che assomiglia a quello che vorremmo, senza raggiungere mai la vera felicità. Per essere felici bisogna mettersi in gioco e superare i propri limiti, ha sottolineato.

Poi ha ribadito: “Parto dal lockdown e da un problema sociale dei nostri tempi per raccontare gli alibi dei quali spesso ci serviamo per non affrontare la realtà.

Cecilia Quadrenni Bella stupenda
Cecilia Quadrenni Bella stupenda

Cecilia Quadrenni, chi è la sua “Bella stupenda”

Il tema della vita parallela è molto attuale. È l’escamotage adottato da molti per evadere dalla realtà, allontanandosi dalle fatiche, dallo stress e dai problemi quotidiani, che tuttavia restano presenti e reali.

A Cecilia è mai capitato di appigliarsi a una vita parallela? “La storia che racconto in “Bella stupenda” è anche autobiografica. Fin da bambina, di fronte a momenti di frustrazione, mi creavo mondi di fantasia molto belli e poi difficili da abbandonare. Crescendo si impara ad affrontare i problemi, ma in me ho un mondo fantasioso e onirico molto forte, lo definisco effervescente, quindi ancora oggi sono soggetta a crearmi una vita parallela”.

Cecilia Quadrenni, da “Bella stupenda” ai progetti futuri

Dopo “Esco nuda” e “Verso Oriente”, Cecilia Quadrenni si gode la soddisfazione per l’uscita di “Bella stupenda”, che si fa sentire forte soprattutto dopo un periodo incerto che ha costretto a un lungo blocco il settore della musica e dello spettacolo (con proteste sia in Italia sia all’estero). Adesso, invece, è al lavoro su nuovi progetti.

“Dopo le difficoltà dovute allo scoppio dell’emergenza coronavirus, ho avuto un’ispirazione che mi ha portato a realizzare in poco tempo “Bella stupenda”: in due mesi ho fatto arrangiamento, testo, musica e video. Gli ultimi mesi sono stati belli, perché mi sono messa al lavoro in vista della ripartenza. Ho messo un’impronta sul mondo reale affrontando un tema a me molto caro. La canzone, inoltre, mi ha permesso di sperimentare e mettermi in gioco, optando per una nuova direzione sia in termini di arrangiamenti sia per quanto riguarda le sensazioni che comunico. Ho realizzato una canzone più fresca e ritmata, in linea con la stagione estiva. Ne ho tratto tanta energia e ne sono uscita più forte, ha confidato.

Cecilia è contenta e soddisfatta per l’uscita del suo nuovo singolo. Si gode il momento, ma non perde lo spirito dinamico che la contraddistingue: la cantautrice è al lavoro su nuovi progetti, comecollaborazioni nel mondo dance”. Inoltre, “spero di realizzare un live nel quale proporre anche canzoni di Pino Mango e Franco Battiato. Sarà un mio omaggio, al quale alternerò i miei inediti e le cover che ho fatto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli