Maria De Filippi, per Aldo Grasso “è la burattinaia dei poveri cristi”

Venti anni di televisione, venti anni di successi e un ruolo indiscusso di prima donna della televisione italiana. Ma anche venti anni di forti critiche al suo modo di vedere e fare televisione. A cominciare dal numero uno dei critici televisivi, Aldo Grasso, che sulla sua rubrica l'ha definita "la burattinaia dei poveri cristi". Insomma, ci è andato giù duro e conferma al sito donnamoderna.it il suo pensiero: "Sì, l'ho definita la burattinaia dei poveri cristi e non me ne pento. I personaggi dei suoi programmi le affidano le loro esistenze e lei le pilota portando in scena una commedia umana piena di tristezza. Però le riconosco un merito: intuisce ciò che desidera la gente. Dieci anni fa era il momento di muscolosi e lifting? E ha tirato fuori dal cilindro Costantino Vitagliano. Siamo stati definiti un paese di anziani? E porta in tv 'Uomini e Donne Over'. La società ha capito di aver perso i valori e vuole riportare in vita la meritocrazia? Ecco che ti spunta la scuola dei talenti 'Amici'…". Insomma, la tv della De Filippi non piace per niente a Grasso che però riconosce alla conduttrice pavese di intercettare come pochi i gusti del pubblico.

Emanuele Filiberto: "Vorrei lavorare con Maria De Filippi, è un genio"

Un attacco diretto alla signora Costanzo che, per fortuna, non ha solo nemici, ma anche (e soprattutto...) estimatori. Come ad esempio Emanuele Filiberto, che proprio pochi giorni fa, prima di querelle e polemiche, aveva affermato: "Vorrei lavorare con la De Filippi: trovo che sia davvero un genio". Un'ascesa, quella della De Filippi, che inizia con il suo esordio sul piccolo schermo, datato 26 settembre 1992, con la seconda edizione del talk pomeridiano "Amici". E' il primo di una serie infinita di successi, pochi i flop, che la portano ad essere oggi la conduttrice numero uno in Italia. Di qualche anno prima, 1989, è l'incontro con Maurizio Costanzo durante un convegno contro la pirateria e, dopo alcuni mesi, le offre la possibilità di collaborare per la Simco, società di immagine e comunicazione. Diventa anche assistente di Costanzo, con il quale si fidanza per sposarsi nell'estate 1995.

Maria De Filippi, la "Sanguinaria" della televisione italiana

Ma la Sanguinaria ha sempre mantenuto un invidiabile realismo. "Ad un certo punto finirà - ha più volte sottolineato - Nel caso diventassi patetica nel continuare a voler andare in video spero che qualcuno mi bussi sulla spalla". Conduttrice fuori dagli schemi, tra i suoi principali difetti ammette di "tendere ad organizzare la vita delle persone che ama", mentre il suo sogno nel cassetto è che "tutto resti così per sempre anche se sa che non è possibile". Come sperano i suoi "colleghi" rivali.

Leggi gli altri articoli di Yahoo! TV

Credits: Getty Images

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli