Agon Channel, tutto quello che c’è da sapere sul nuovo canale arrivato dall’Albania

Yahoo! TV
Alessio Vinci sbarca in Italia con Agon
Alessio Vinci sbarca in Italia con Agon

A poche settimane dal debutto di Agon Channel sulle frequenze italiane, parla Francesco Becchetti. Imprenditore, 47 anni, è lui la mente dietro la novità più interessante degli ultimi anni nel panorama televisivo nostrano.

Intervistato da Panorama, Becchetti, nipote di Manlio Cerroni, il cosiddetto "re" della discarica romana di Malagrotta, ha spiegato la linea editoriale scelta nella creazione del palinsesto. "Niente film, niente talk show tradizionali, ormai bolliti. Ci sarà informazione, qualche docu-fiction e tanti talent show".

Per quanto spietata, l'analisi del patron di Agon Channel riflette le performance deludenti di programmi di approfondimento politico come Ballarò, Servizio Pubblico e DiMartedì. "Sono sovrastrutturati - ha dichiarato Becchetti riferendosi ai canali generalisti italiani - comprano grandi quantità di format e per questo hanno costi altissimi. I nostri programmi, invece, saranno autoprodotti".

Come qualsiasi imprenditore che si rispetti, il "signor Agon" ha affrontato aggressivamente il contenimento dei costi. Fondato a Tirana, in Albania, il canale trae vantaggio dal basso costo della manodopera specializzata locale. L'investimento di Becchetti - 40 milioni di euro - è comunque importante: in vista dello sbarco in Italia, la Rete ha aperto una redazione anche a Roma ("con stipendi italiani") e, nel giro di pochi mesi, Agon Channel è riuscita a convincere molti

Sabrina Ferilli (KIKA)
Sabrina Ferilli (KIKA)

nomi noti del piccolo schermo nostrano ad aderire a questa avventura.

Ci sarà Alessio Vinci, ex conduttore di Matrix e adesso responsabile dell'informazione. Ma anche Sabrina Ferilli, intestataria di Contratto, un programma che convincerà il personaggio noto di turno a fare una promessa ai telespettatori, Pupo, a cui verranno affidati i quiz del canale, e l'ex velina Maddalena Corvaglia, conduttrice di un talent show rivolto alle guardie del corpo. All'originalità della proposta verrà così affiancata la familiarità dei volti che andranno in video, nella speranza di sottrarre più telespettatori possibili alle armate Rai e Mediaset.

L'informazione sportiva sarà affidata a Giancarlo Padovan e proprio per questo settore Becchetti ha piani molto ambiziosi: un talent show calcistico che vedrà 11 talenti del pallone unirsi alla squadra inglese del Leyton Orient, acquistata di recente dall'imprenditore, in vista della fasi finali del campionato di terza divisione attualmente in corso. "Per l'allenatore abbiamo messo gli occhi su un nome grosso: potrebbe essere Fabio Cannavaro o, più probabilmente, Marco Materazzi".

Insomma, la carne al fuoco è tanta. Il debutto è fissato per la seconda metà novembre sul canale 33 del digitale terrestre. Voi ci sarete?