‘MasterChef Italia 3′, Joe Bastianich: “Livello alto ed esterne in diversi paesi”

Joe Bastianich
Joe Bastianich

'MasterChef Italia' guarda oltreconfine e, in vista della prossima edizione, il talent show che scova gli chef migliori al mondo propone alcune novità. Nella prossima edizione, in onda a dicembre su Sky Uno, "ci saranno concorrenti molto interessanti, un livello molto alto ed esterne in diverse parti del mondo, tra cui l’Africa", garantisce Joe Bastianich. Il giudice 'MasterChef Usa' e 'MasterChef Italia', a Udine per ritirare un premio della Camera di Commercio, si è lasciato scappare alcune anticipazioni che si aggiungono a quelle di Bruno Barbieri, altro giudice stellato che aveva rilasciato a alcuni giorni fa a La Stampa: "Non posso dire molto ma aspettatevi Cracco, Bastianich e il sottoscritto un po' più severi, decisi, autoritari ma senza esagerare. Anche noi tre finiremo per essere coinvolti in qualche sfida e ci sarà spazio anche per qualche risata. Per alcune esterne ci saranno anche degli effetti speciali come nei film americani".

Tornando a Bastianich, che ha aperto un nuovo ristorante di famiglia a Cividale del Friuli, dove la sua famiglia possiede un’azienda vitivinicola in cui si producono 250.000 bottiglie l’anno che vengono esportate in tutto il mondo, ci sono anche altre novità in vista: "Per Sky ho iniziato a girare, partendo dalla Puglia, una trasmissione di cui sono il conduttore e il regista, che è un’esplorazione della produzione musicale italiana", ha raccontato. Ma non solo. Il 15 settembre i Joe Bastianich & The Ramps ("The ramp è una sorta di scalogno selvatico che negli States si usa sulle carni alla griglia") debutteranno al Blue Note di Milano che ha appena festeggiato i dieci anni di attività. "Metà della scaletta sarà composta da brani inediti, mentre l'altra metà sarà di cover:

'Junior MasterChef Italia', su SkyUno dal 13 marzo 2014. Barbieri: “Cerco lo chef del futuro”

da "It's now or never" e "Suspicious mind" di Elvis Presley fino a "Helter skelter" dei Beatles e "Everybody knows" e "Cortez the killer" di Neil Young – ha spiegato - Il cibo è legato alla musica. Bruce Springsteen mi manda i pomodori che coltiva e io ricambio con il Morellino di Scansano che produco in Maremma: al Boss piace soprattutto il vino rosso. Se gli Stones fossero un vino, sarebbero un Montepulciano d'Abruzzo, molto scuro e di impatto forte. Alcuni anni fa ho incontrato Keith in un ristorante, lui non aveva voglia di stare con i suoi commensali così abbiamo iniziato a parlare e sono volate via due bottiglie di vodka: il problema è che, quando parla, di Keith si capisce solo il dieci per cento...". Di aneddoti, insomma, ce ne sono da raccontare. Nel frattempo la terza serie di 'MasterChef Italia' è già pronta, non rimane che attendere la messa in onda su Sky Uno.

Leggi gli altri articoli di Yahoo!TV

Le ultime notizie gossip, guarda i video di omg!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli