‘The Mission’, la Rai conferma la messa in onda con un rimborso ai vip di 700 euro al giorno

Anche Al Bano nel cast di 'Mission'
Anche Al Bano nel cast di 'Mission'

Dopo settimane di polemiche, sembra ormai deciso il destino di 'The Mission', il programma umanitario girato nei campi profughi africani con protagonisti alcuni vip nostrani ripresi dalle telecamere per l'intera durata del viaggio: il direttore di rete Giancarlo Leone ha confermato che il programma andrà in onda, come previsto, il 4 e l'11 dicembre, e che per i personaggi che vi partecipano è previsto un "compenso di 700 euro al giorno come rimborso spese".

"Rai1 deve aprirsi a temi considerati tabù. Consapevoli che le definizioni hanno un loro senso, abbiamo voluto definire questo programma social tv - ha detto Leone in un'intervista a Prima Comunicazione - Il primo obiettivo è quello di raccontare una realtà durissima, quella cioè delle missioni umanitarie sparse nel mondo. I personaggi che abbiamo portato e che porteremo nei campi profughi vogliono rappresentare l’occhio dello spettatore. Per quindici giorni queste persone faranno la vita dei volontari in quattro differenti campi profughi, aiutandoci a capire cosa sia questa realtà nobile e dimenticata".

'The Mission', anche Al Bano nel cast

A sperimentare la vita nei campi profughi saranno Al Bano con le figlie Cristel e Romina Jr, Paola Barale, Emanuele Filiberto, Candida Morvillo e Francesco Pannofino, mentre Barbara De Rossi e Michele Cucuzza dovrebbero essere i protagonisti della puntata zero, già girata in primavera: "Ai cosiddetti vip non è richiesta alcuna esibizione, né abbiamo incoraggiato alcuno sfoggio di vanità - ha puntualizzato Leone - Abbiamo chiesto loro di immergersi in questa realtà sconosciuta e farci capire quali siano i problemi che i volontari affrontano tutti i giorni, dalla potabilizzazione delle acque alla fornitura di cibo, dall'assistenza sanitaria all’alfabetizzazione".

'The Mission', petizione online contro la messa in onda

La scelta di mandare in onda il programma aveva scatenato una bufera di polemiche, con una petizione online contro la trasmissione che in pochi giorni ha raccolto oltre 90mila firme e addirittura l'intervento del grillino Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai, che aveva chiesto di poter visionare in anticipo le riprese effettuate nei campi. La richiesta era stata fortemente contestata dal sindacato dei giornalisti di Viale Mazzini, che aveva parlato in proposito di "censura preventiva", e la questione sembrava essere stata accantonata, perlomeno fino a oggi.

'The Mission', scontro Rai-Parlamento: "Visionare i contenuti in anticipo è censura"

Dopo la conferma di Leone sembra però che 'The Mission' verrà regolarmente trasmessa sulla rete ammiraglia della Rai, una decisione su cui Fico non ha esitato a esprimersi postando un commento sulla sua pagina Facebook: "Siamo venuti a conoscenza di queste cifre tramite la stampa, la Rai non ha ritenuto necessario rispondere con cura e precisione alle interrogazioni poste dai Commissari della Vigilanza. Il direttore la definisce 'social tv', ma non credo che nascondendosi dietro questo nome si riescano ad azzerare i dubbi riguardo i rischi di spettacolarizzazione del dolore dei rifugiati nei campi profughi in Africa. Accostare un personaggio del mondo dello spettacolo a un essere umano che soffre, in una situazione di evidente disperazione, produce sempre una tv del dolore, che non credo corrispondere all’idea di qualità del servizio pubblico che pure il presidente Tarantola ha dichiarato di voler perseguire. Reality o social Tv non importa".

Leggi tutti gli articoli di Yahoo!Tv

Le ultime notizie gossip, guarda i video di omg!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli