Celiachia, potrebbe essere causata da virus. Allo studio negli Usa un vaccino

In Italia la celiachia colpisce circa l’1 per cento della popolazione, in linea con la percentuale mondiale. (Getty)

La celiachia potrebbe essere causata da un virus. Secondo uno studio condotto sui topi dai ricercatori delle Università di Chicago e Pittsburgh, la celiaca potrebbe essere causata da virus generalmente innocui e sintomatici, i reovirus, che possono innescare la risposta immunitaria al glutine, e quindi scatenare la malattia celiaca. Questa scoperta è importante perché apre la strada a possibili vaccini per prevenire questo tipo di malattie, anche per quanto riguarda il diabete di tipo 1.

I ricercatori nel loro studio – pubblicato sulla rivista Science – mettono in evidenza come il sistema immunitario possa reagire in modo eccessivo al glutine e innescare lo sviluppo della celichia. Si sono utilizzati sue ceppi di reovirus e entrambi hanno indotto un’immunità protettiva e non hanno causato disturbi evidenti. Uno dei due, però, ha scatenato una risposta infiammatoria e la perdita di intolleranza al glutine, mentre l’altro ceppo, strettamente correlato al primo ma geneticamente diverso, non l’ha fatto.

Nella popolazione italiana il numero di celiaci raggiunge i 600mila soggetti, ma solo 183mila casi, ad oggi, sono stati diagnosticati. (Getty)

“Durante il primo anno di vita il sistema immunitario è ancora in fase di maturazione e se un bambino con un determinato background genetico viene infettato da un particolare virus in quella fase, ciò può determinare una sorta di “cicatrice” nel sistema immunitario, che avrà conseguenze nel lungo termine”, spiega Bank Jabri, una ricercatrice che ha preso parte allo studio. La strada per un vaccino è aperta: “Per questo riteniamo che, nel momento in cui disporremo di maggiori studi, potremmo pensare di vaccinare i bambini ad alto rischio di sviluppare la malattia celiaca”.

In Italia la celiachia colpisce circa l’1 per cento della popolazione, in linea con la percentuale mondiale. Secondo i dati dell’ultima relazione annuale al Parlamento del ministero della Salute, nella popolazione italiana il numero di celiaci raggiunge i 600mila soggetti, ma solo 183mila casi, ad oggi, sono stati diagnosticati.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità