Celledizzo, il cacciatore di 24 anni trovato morto nei boschi è stato ucciso: si indaga per omicidio

cacciatore trovato morto boschi
cacciatore trovato morto boschi

La procura di Trento sta indagando sul decesso di Massimiliano Lucietti: il cacciatore di 24 anni trovato morto nei boschi di Celledizzo è stato ucciso. Aperta un’inchiesta per omicidio colposo.

Celledizzo, il cacciatore di 24 anni trovato morto nei boschi è stato ucciso

È stato ucciso Massimiliano Lucietti, il cacciatore di 24 anni che è stato trovato morto nei boschi di Celledizzo nella mattinata di domenica 30 ottobre. Alla luce di quanto appreso dall’Ansa, gli inquirenti hanno escluso l’ipotesi del suicidio in quanto, dall’esame del cadavere della vittima, il foro d’entrata del proiettile che ha causato il decesso del 24enne è sulla nuca. Il colpo, inoltre, è stato sparato da una distanza di circa mezzo metro ma pare sia poi uscito dal collo.

Intanto, le forze dell’ordine stanno indagando anche sull’improvvisa scomparsa – considerata un suicidio – del cacciatore di 59 anni, identificato come Maurizio Gionta, che aveva trovato il corpo di Lucietti nei boschi di Celledizzo appena 24 ore prima di morire.

Per fare chiarezza sui due drammatici eventi, sarà necessario compiere analisi e verifiche sulle armi sequestrate e al fine di capire quale fucile abbia sparato il colpo mortale che ha ucciso il giovane di 24 anni. Per questo motivo, gli inquirenti hanno sequestrato sia il fucile di Lucietti che quello di Gionta.

Si indaga per omicidio colposo: la misteriosa morte del secondo cacciatore

Maurizio Gionta, dopo aver trovato il corpo di Lucietti e aver contattato i carabinieri, era stato sentito come persona informata sui fatti ma non risultava né indagato né sospettato. L’uomo si è tolto la vita nella mattinata di lunedì 31 ottobre. Al momento del ritrovamento del suo corpo, è stato rinvenuto anche un biglietto attraverso il quale ha chiesto di non essere incolpato per la morte del 24enne.

Nel frattempo, la Procura di Trento ha deciso di aprire un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti e attende gli esiti dell’autopsia sul corpo di Lucietti e degli esami balistici sulle armi sequestrate.