Celli (RtR): accordo 2018 Comune-Roma Metropolitane è beffa

Sis

Roma, 16 ott. (askanews) - "Leggere di un accordo fatto un anno fa dal Campidoglio con l'ad di Roma Metropolitane per evitare il fallimento ha ora il sapore della beffa. Oggi l'ad Santucci torna a chiedere il credito a cui ha rinunciato il 31 ottobre del 2018 in cambio di un Piano industriale di risanamento che doveva evitare proprio il fallimento. Perché in un anno Roma Capitale non ha mai approvato quel Piano? Il verbale di quell'incontro tra il direttore generale del Comune Giampaoletti e i vertici della società ha messo nero su bianco una serie di impegni, oggi completamente disattesi. Quel giorno si è ratificato su carta il grande inganno. Oggi abbiamo davanti una crisi degenerata in fallimento e la Sindaca deve spiegarci perché ha mancato tutti i suoi impegni. Un fallimento voluto o sfuggito di mano? Serve una commissione speciale sulle Partecipate, perché la parola torni ai consiglieri eletti dai romani, perché possano controllare un operato in cui manca del tutto la trasparenza e l'onestà. La Sindaca dovrebbe prendere atto del suo fallimento, piuttosto che riempire i giornali ancora con promesse che in più di tre anni ha smentito nei fatti. Oggi non è più credibile. Ne prenda atto e liberi la città!" Così la capogruppo in Campidoglio della Lista Civica Roma Torna Roma, Svetlana Celli.