Centemero (Lega): Fioramonti, epilogo di una stella cadente

Pol/Bar

Roma, 26 dic. (askanews) - "L'ex ministro Fioramonti ha festeggiato il Natale inviando a Conte una bella letterina nella quale annuncia le sue dimissioni. Niente brindisi di buone feste. Ad ogni modo, Fioramonti non ci mancherà. L'ex ministro dell'Istruzione, infatti, nel suo breve mandato non ne ha 'presa una' neppure per sbaglio". Così il deputato Giulio Centemero, capogruppo Lega in commissione Finanze della Camera.

"Accusato di antisemitismo, aveva poi rispedito la palla al mittente - ha proseguito l'esponente leghista - parlando di complotto nei confronti suoi e di Di Maio. Aveva destato perplessità sul portale dell'Ucei (Unione delle comunità ebraiche italiane) la sua nomina a ministro. Nel 2013 aveva brutalmente esternato alcune sue considerazioni su forze dell'ordine e vari esponenti della società civile e non. Ha bloccato la legge sull'educazione civica e chiesto di togliere il crocifisso dalle scuole. Ha chiesto di introdurre di introdurre plastic e sugar tax (la tassa sulla merendina), ha invocato l'aumento dell'Iva, giustificato gli studenti che marinavano la scuola per le manifestazioni 'Fridays for future'".