Centinaio: "Conte prende pieni poteri per mettere a tacere italiani"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Lei presidente Conte ci viene a chiedere di prorogare lo stato di emergenza ma da 4 giorni non ci sono decessi e nelle 5 regioni più colpite non ci sono stati nuovi contagi. Si tratta di una richiesta per lo meno intempestiva. La vera ragione è che il Parlamento è terrorizzato dalle elezioni e che il partito della cadrega, pur di non andare a casa, le voterebbe qualsiasi cosa. Lei ripropone uno stato di emergenza mettere a tacere gli italiani". Lo ha detto il senatore della Lega Gian Marco Centinaio, nel dibattito sulle comunicazioni del presidente del Consiglio.

"Gli italiani non possono protestare perché c'è lo stato di emergenza e non possono far capire cosa pensano realmente di lei e del suo governo. Lo stato di emergenza - ha insistito Centinaio - serve e lei per tenere al guinzaglio al Parlamento, come in quei Paesi autoritari dove è vietato criticare il manovratore. Nessuno si deve permettere di far notare l'imbroglio di questi mesi che aveva un solo obiettivo: la sua visibilità. presidente Conte".

"Potevate ascoltare le parole del ministro della Salute Speranza che ha dato tre regole: usare la mascherina, mantenere la distanza di un metro e lavarsi frequentemente le mani. Lo stato di emergenza non serve. Ma lei vuole i pieni poteri senza elezioni. Ma i pieni poteri non fermano il Covid, servono solo a farla stare comodo sulla cadrega", ha concluso Centinaio.