Centinaio: giornata sicurezza alimentare è giornata made in Italy

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 giu. (askanews) - "La sicurezza alimentare è sinonimo nel mondo di Made in Italy. Grazie al nostro sistema di controlli e ad un riconosciuto know how, i prodotti del nostro paese restano al primo posto in Europa e nel mondo, non solo per la qualità del gusto, ma anche per la salubrità degli alimenti". Così il sottosegretario Mipaaf, il sen. Gian Marco Centinaio, in occasione della III Giornata mondiale della sicurezza sanitaria degli alimenti, proclamata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite e che si celebra ogni anno il 7 giugno. Il tema scelto quest'anno è "Cibo sicuro ora per un domani sano".

"L'Italia riduce ogni anno l'utilizzo di pesticidi, in controtendenza con quanto accade in altri paesi europei come Spagna e Germania - ricorda Centinaio -. E garantisce quotidianamente alimenti sani e sicuri sulle tavole degli italiani, ma anche di tutti quelli che nel mondo li scelgono. L'Italia ha un sistema di controlli fra i più efficaci in Europa e nel mondo ed è da sempre in prima linea nel contrastare la criminalità agroalimentare. Ogni anno - spiega Centinaio - le Asl, i Nas e l'Icqrf compiono decine di migliaia di verifiche. Solo l'Ispettorato centrale repressione frodi nel corso del 2020 ha effettuato oltre 70 mila controlli. La sfida che ci attende è una maggiore sostenibilità, che passa attraverso l'innovazione e la ricerca, e dal Pnrr avremo significative opportunità. Ma anche ora più che mai una corretta informazione ai consumatori. La pandemia ci ha fatto capire ancora di più l'importanza e il valore del cibo e dell'approvvigionamento alimentare. Se è vero che siamo quello che mangiamo, mangiare italiano ci rende migliori e sani. Possiamo dire che la Giornata mondiale della sicurezza sanitaria degli alimenti è la Giornata del Made in Italy", conclude il sottosegretario

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli