Centrodestra, Bernini: Salvini inccettabile, Fi partito crescita

Tor

Roma, 31 ago. (askanews) - "Il centrodestra diviso permette alle sinistre di governare senza vincere le elezioni, e a poco serve rinfacciarsi rispettivamente scelte ed errori compiuti. Su questo, che non è un'ipotesi ma un fatto, dovremmo tutti riflettere e smettere di sbagliare. Ma centrodestra unito è troppo spesso suonato in questi mesi come un nostalgico refrain, con un'assurda conventio ad excludendum nei confronti di Forza Italia teorizzata da Lega e Fdi. Ora dovrebbero prendere atto della realtà, che ha la testa dura: i sovranismi da soli non cambiano l'Europa e non possono governare l'Italia, ed è francamente inaccettabile che Salvini arrivi a paragonare surrettiziamente Forza Italia ai Cinque Stelle: noi siamo il partito del fare, dello sviluppo e dell'Alta Velocità, l'esatto opposto del Movimento della decrescita infelice". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"Semmai - ha aggiunto- sono stati gli alleati a bloccare tante riforme messe in campo da Berlusconi, la cui leadership ha sempre unito e mai diviso il centrodestra. Usciamo dunque una volta per tutte da questa pazza estate che potrebbe lasciarci in eredità il governo più a sinistra della Repubblica, che costituisce un pericolo reale per il Paese, nella consapevolezza che l'unica alternativa credibile siamo noi, e lo stiamo dimostrando ogni giorno al governo di regioni e comuni".