Centrodestra: Biancofiore, 'senza Fdi non c'è federazione'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 giu. (Adnkronos) – "Come detto più volte e si conferma, la nascita di Forza Lega sembra raffigurare l’uscita di scena di Berlusconi e della sua gloriosa forza politica, propulsore del centrodestra. Ecco perché ho affermato di essere uscita da Forza Italia solo dopo Silvio Berlusconi. Sono convinta che il centrodestra unito nelle diversità sia la nazionale politica italiana, intesa come quel luogo amato dalla maggioranza degli italiani e non discutibile. Ma così come annunciato, senza l’adesione di Fratelli d’Italia non è una federazione ma una confluenza, per essere buoni". Lo afferma Michaela Biancofiore, deputata di 'Coraggio Italia'.

"Nulla di nuovo -aggiunge- rispetto al ‘94 quando Berlusconi intuì che bisognava mettere insieme i partiti del Nord e del Sud, ma l’ago della bilancia era il centro di Forza Italia di cui oggi solo 'Coraggio Italia' può essere l’erede. Ma deve avere il tempo di crescere altrimenti c’è il sospetto che qualcuno voglia ammazzare il bambino nella culla, ammazzando la vittoria nel 2023. Noi non potremmo mai stare contro qualcuno, soprattutto contro coloro che indossano la nostra stessa maglietta di coalizione. Siamo nati per restaurare l’Italia in difficoltà, e la nostra idea di federalismo è quella dell’ex pluribus unum all’americana, dall’insieme un unico".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli