Centrodestra, Calderoli: in piazza l'Italia migliore, ora al voto

Pol/Arc

Roma, 19 ott. (askanews) - "Oggi qui in piazza San Giovanni c'è la parte migliore dell'Italia, c'è l'Italia che lavora, che paga le tasse, che rispetta la legge, l'Italia che non alza la voce e tiene in piedi questo Paese. Ma in piazza c'è anche l'Italia che, pur avendo la maggioranza dei voti, e lo si è visto sia alle Europee che alle Amministrative, e lo vedremo ancora alle prossime elezioni Regionali, è all'opposizione di un Governo non eletto da nessuno nato da accordicchi di Palazzo. Questa di oggi è la piazza della gente normale, del popolo che vuole decidere per il suo presente e il suo futuro e chiede solo di tornare al voto e potersi esprimere". Lo dichiara il leghista Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.

"Non c'è altro da aggiungere - prosegue - bastano le immagini di questa piazza educata, civile e rispettosa. Ma anche stanca di non poter decidere. Ora avanti, vinciamo tutte le Regioni al voto e poi tutti a votare in primavera al referendum per avere una legge elettorale che finalmente faccia rispettare il voto del popolo con regole chiare, per cui chi vince va al Governo e chi perde, e il PD perde sempre, va all'opposizione e ci resta senza inciuci di Palazzo. E poi avanti per avere una legge che consenta finalmente ai cittadini di scegliersi con il proprio voto il presidente della Repubblica, senza farlo scegliere ai mille del Palazzo...".