Centrodestra: Giacomoni: Berlusconi e Fi restano protagonisti

Tor

Roma, 23 ott. (askanews) - "La manifestazione del centrodestra unito in piazza San Giovanni prima e l'impegnativo rush finale per le elezioni regionali in Umbria ora, dimostrano l'assoluto protagonismo del presidente Silvio Berlusconi nella coalizione di centrodestra e nella scena politica nazionale e internazionale.

Forza Italia ha attraversato momenti difficili, prima a causa della persecuzione giudiziaria nei confronti del suo presidente, poi a causa di un'opposizione seria e responsabile portata avanti da Forza Italia verso il governo Monti e da ultimo per la generosità di avere consentito alla Lega di avviare un governo con i Cinquestelle. Ma ora il dado è tratto: la linea politica è chiara e dopo piazza San Giovanni abbiamo avviato una fase nuova. Nessun arretramento, nessuna resa, anzi un nuovo successo del presidente visto che Salvini e Meloni sono tornati a parlare di coalizione, riconoscendo il ruolo determinante di Forza Italia e del presidente Berlusconi". Lo dichiara Sestino Giacomoni, membro del Coordinamento di presidenza di Forza Italia e Vicepresidente della commissione Finanze, in una nota.

"Archiviata la stagione dell'egoismo e delle esibizioni muscolari - sottolinea- i tre partiti che storicamente compongono il centrodestra, cioè la coalizione ideata da Berlusconi è più votata dagli italiani, tornano a offrirsi come alternativa unita e plurale ad una coalizione di sinistra, che sta per approvare una manovra piena di tasse e liberticida, di cui il principale regista è Matteo Renzi. Le sue lusinghe agli elettori e alla classe dirigente di Forza Italia dimostrano solo che le nostre idee e la nostra classe dirigente hanno compreso e provato a risolvere prima degli altri i veri problemi del Paese, prospettando le soluzioni più corrette".

"Per questo - ha concluso Giacomini- invito tutti i dirigenti e militanti di Forza Italia ad intraprendere questo nuovo percorso al fianco del presidente, riprendendo la nostra iniziativa politica sul territorio a partire dalla raccolta firme per mettere un tetto alle tasse in Costituzione, che vedrà il nostro Movimento impegnato dal 26 ottobre in poi nelle principali piazze italiane".