Centrodestra Lombardia: il governo paghi danni per zona rossa

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 26 gen. (askanews) - "L'ordinanza del ministero della Salute che ha confinato la nostra regione in zona rossa ha causato danni enormi a milioni di lombardi sulla base di un clamoroso errore di valutazione. Il presidente Fontana ha contestato sin da subito tale classificazione e l'assessore Moratti chiese 48 ore di tempo per un confronto con i tecnici; tale richiesta è stata ignorata dal ministro Speranza". E' quanto si legge in un documento firmato da tutti i capigruppo del centrodestra in Regione Lombardia.

"Solo dopo il ricorso al Tar da parte di Regione Lombardia l'esecutivo è tornato sui suoi passi, sconfessando la sua stessa ordinanza tramite un vergognoso scaricabarile, nel tentativo assurdo di attribuire a Regione le responsabilità dei loro sbagli" continua la nota diffusa dal centrodestra, spiegando che "questo governo, con i suoi errori e le sue menzogne, ha messo in ginocchio milioni di cittadini lombardi". "Oggi vogliamo censurare il ministro Speranza per i danni che ha causato alla popolazione, danni che il Governo dovrà ripagare fino all'ultimo centesimo in tempi rapidi" sottolineano Roberto Anelli (Lega), Gianluca Comazzi (Forza Italia), Franco Lucente (FdI), Luca Del Gobbo (Noi con l'Italia), Viviana Beccalossi (Misto), Manfredi Palmeri (Polo di Lombardia), Giacomo Basaglia Cosentino (Lombardia Ideale), concludendo "infine per fare emergere la verità su questa sgradevole vicenda, chiediamo un tavolo tecnico tra governo e regioni per rendere oggettivi e trasparenti i criteri di valutazione con cui vengono definiti i gradi di rischio pandemico, e la conseguente collocazione delle regioni nelle diverse classi di rischio".