Centrodestra, De Poli: centro chiede diritto cittadinanza

Bac

Roma, 14 set. (askanews) - "Con la crisi di agosto, come abbiamo visto, siamo passati da un contratto giallo verde a un accordo di palazzo giallorosso che nulla a che vedere con la volontà degli elettori e con i contesti della democrazia". Lo ha detto il presidente nazionale Udc Antonio De Poli aprendo i lavori della festa nazionale dell'Udc a Fiuggi. "Non può esserci un governo senza un'area della ragionevolezza che vada al di là degli slogan dei like sui social. I social con i like sono utili ma da soli non bastano. C'è la necessità di andare oltre la 'pancia'".

"C'è un centro che chiede diritto di cittadinanza, che deve aprirsi al mondo esterno, a partire dalle categorie economiche, del mondo cattolico e associativo. Bisogna ricostruire l'area della ragionevolezza e del fare. Le fusioni a freddo non servono", ha concluso De Poli.