Centrodestra, Rotondi: grazie a Brunetta, ma Lega è anti Dc

Pol/Bac

Roma, 29 ott. (askanews) - "Brunetta ha il merito di evidenziare che il presunto centrodestra (dov'è il centro?) per la prima volta fa a meno dei democristiani. Siamo soci fondatori del centrodestra dal 1995, io sono rimasto l'unico di quella stagione, oggi abbiamo con noi anche l'Udc di Lorenzo Cesa con cui abbiamo un patto di consultazione. Tuttavia mai siamo stati consultati, coinvolti, interrogati. Dovremmo rimanere in una coalizione che ha un palese pregiudizio antidemocristiano? Anche no, francamente". Lo afferma il una nota Gianfranco Rotondi, eletto con Fi e presidente della fondazione Dc, rispondendo a Brunetta che, in una intervista al 'Mattino', ha chiesto a Salvini di riaprire un dialogo con la Dc di Rotondi e con le forze di centro.

"Preciso che la contestazione - aggiunge - è rivolta alla Lega e a Salvini, non posso per onestà intellettuale estenderla alla Meloni e ai Fratelli d'Italia, coi quali abbiamo un rapporto civile pur nel nostro dissenso dal mantra sovranista. Si dà il caso però che la leadership è della Lega e prima o poi ci toccherà trarre le conseguenze di questi ragionamenti,a cominciare dalle prossime elezioni regionali".