Centrodestra, Salvini: "Alleanza con Meloni è il futuro"

·1 minuto per la lettura

"L'alleanza con Giorgia Meloni, che è un'amica, era e rimane il futuro del centrodestra a livello nazionale". La proposta di federazione riguarda "le forze che sostengono il Governo Draghi, poi l'obiettivo è di arrivare a vincere tutti insieme le elezioni penso nel 2023". Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite di Lucia Annunziata a 'In mezz'ora in più' su Raitre,

A proposito della Federazione di centrodestra, Salvini ha spiegato: "Non parlo di fusioni, annessioni, parlo di una collaborazione sui temi concreti. Una voce sola, ma ciascuno mantiene la sua identità, non è un'operazione partitica per la campagna elettorale, per inventarsi un nuovo simbolo, è una messa in comunione di valori".

Salvini è quindi tornato sulle polemiche legate alla liberazione di Giovanni Brusca. Nel 2021 non c'è la mafia e la 'ndrangheta del 1992, questa è una legge figlia degli anni di piombo, degli anni Ottanta e dei primi anni Novanta e in quegli anni poteva andar bene. Oggi la mafia, la camorra e la 'ndrangheta le combatti confiscando. Secondo me è ora di rivedere questa legge, dopo 30 anni la mafia è cambiata, l'Italia è cambiata, i soldi girano in maniera diversa, bisogna inseguire questi infami Paese per Paese, banca per banca, attività commerciale per attività commerciale, perchè questi stanno comprando in questo momento negozi, locali, bar tabaccherie, ristoranti, alberghi, lì vanno stanati", ha affermato il segretario della Lega.

"Se ti vuoi pentire -ha aggiunto il leader del Carroccio- avrò un occhio di riguardo per te, però se hai ucciso non 3-4 persone ma trecento persone tu non esci di galera. Se vuoi pentirti magari ti do una cella più confortevole, ma tu di galera non esci".