Centrodestra, Toti: oggi a Roma sarà la piazza della speranza

Xpa

Palermo, 19 ott. (askanews) - "Ci sarò senza dubbio e convintamente perché al contrario di quanto sento dire, quella non è la piazza dell'odio e delle braccia alzate. Quella è la piazza degli italiani che chiedono di potersi esprimere e di andare a votare, della speranza di costruire il futuro di un Paese diverso, la piazza di un centrodestra che si riorganizza in forme e modi nuovi. Quella è la piazza del buon governo delle regioni di centrodestra, è la piazza che è stufa degli inciuci di palazzo e vuole far tornare al voto gli italiani e proporre una ricetta di governo che vada un po' oltre le tasse sulle merendine e l'utilizzo del contante". Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, stamani a Palermo per partecipare al Forum Ambrosetti sulla Sanità, parlando della manifestazione del centrodestra di oggi pomeriggio a Roma.

A chi chiede se la piazza di oggi servirà ad "incoronare Salvini guida del centrodestra", Toti ha risposto: "Mi sembra molto più prosaicamente che siano stati gli italiani alle ultime elezioni a dargli il 34% dei voti. Se era per quello ci si poteva risparmiare tutti una gita a Roma. La Lega è il primo partito del centrodestra nei numeri, questo gli dà l'onore di guidare la coalizione ma anche l'onere di doverla ricostruirei secondo schemi e modelli nuovi che non siano quelli ereditati dalla Seconda Repubblica che il voto del 4 marzo dell'anno scorso ha chiuso. Oggi s'inizia un percorso e mi auguro che Salvini sappia farsene carico in modo compiuto e convincente".