##Centrodestra verso intesa Regionali, domani altro vertice

Rea

Roma, 9 giu. (askanews) - Alla fine si dovrebbe tornare all'accordo di ottobre: alla Lega il candidato in Toscana, a Forza Italia quello in Campania, a Fratelli d'Italia Puglia e Marche. E poi tenere conto di questo passaggio quando si tratter di discutere i candidati della prossima tornata Ammnistrativa. Il centrodestra dovrebbe chiudere cos la partita sulle candidature alle Regionali, nel vertice convocato per domani sera dopo l'appuntamento interlocutorio di ieri.

Del resto, n Fratelli d'Italia n Forza Italia hanno alcuna intenzione di cedere alle richieste della Lega, rispetto a quanto concordato l'autunno scorso. Oltre che per il principio, anche perch FdI in 8 mesi ha visto pi che raddoppiare il proprio consenso nei sondaggi; e perch Fi - tra legge elettorale in discussione e tensioni nel governo sul Mes - convinta di avere buone carte da giocare in proprio.

Tanto che al vertice di ieri, i temi principali trattati - stando a quanto riferito - sono stati proprio la necessit di trovare una posizione comune su un nuovo sistema di voto, risoluzione sul Mes, risposta da dare ad un invito del governo a partecipare agli Stati generali dell'economia. Su quest'ultimo punto, si sarebbe concordato di muoversi compattamente: o si va tutti insieme, o non va nessuno. In questo quadro, la soluzione pi semplice anche per la Lega potrebbe dunque essere quella di tornare al patto siglato lo scorso ottobre, quando Salvini punt tutto su Umbria e Emilia Romagna. E in giornata stato anche ufficializzato il ritorno della Lega nella giunta del Molise, con la nomina di un nuovo assessore.

Solo un elemento potrebbe riportare tutto in mare aperto, dice ancora qualche leghista: "Di fronte agli arresti in Campania non si pu far finta di nulla... E se si mette in discussione la candidatura di Caldoro, tutto torna in gioco".