Centrosinistra, Bonino in coalizione con Pd: "Veri avversari anti-Ue Lega e M5S"

Alessandra Lemme
Emma Bonino annuncia apparentamento con PD per le prossime elezioni

Dopo l'ok arrivato dalle liste Civica popolare e Insieme, anche +Europa di Emma Bonino dà fiducia al centrosinistra del Pd e annuncia l'apparentamento. "

Abbiamo scelto di dialogare con lo schieramento di centrosinistra in particolare con il Pd - sottolinea Bonino in una conferenza stampa convocata a Roma - Potevamo fare una corsa solitaria, e ce lo hanno consigliato in molti. Una tentazione forte. Ma abbiamo ben chiaro che gli avversari da battere sono innanzitutto i nazionalisti antieuropei", e "sappiamo di dover unire le forse per impedire la vittoria di chi vuole distruggere l'Europa".

Gli avversari "sono gli stessi che parlano di difesa della razza bianca - dice - un messaggio xenofobo concepito per spargere odio e diffidenza contro gli stranieri in genere". "I nostri avversari - prosegue - sono quelli che vogliono...un giorno sì, un giorno no, l'altro ancora sì...il referendum per uscire dall'Euro". "La sovranità nazionale di cui vi parlano Salvini e Di Maio è una sovranità di cartone, una illusione pericolosa fuori dal tempo e dalla storia", sostiene Bonino, secondo la quale "parlare di Europa non significa allontanarsi dagli interessi dei lavoratori, dei risparmiatori, dei pensionati, dei giovani: significa parlare del loro futuro migliore. No, quindi, a referendum fasulli per uscire dalla moneta unica o doppie monete".

Al Pd dà atto di "aver tenuto al Governo, con Gentiloni e grazie a ministri come Padoan e Calenda, la barra delle riforme e dei conti pubblici dritta sulla rotta di Bruxelles", anche se critica la legge elettorale che definisce "discriminatoria e confusa". Poi conclude con un commento sui sondaggi che ne vedono crescere la popolarità: "Lasciatemelo dire con un sorriso: amatemi anche un po' di meno, ma votatemi, votateci di più!"

Apparentamento sancito e simbolo depositato per i radicali della lista '+Europa', nello stesso giorno in cui, al Viminale, si reca la ministra della Salute, e alleata di coalizione, Beatrice Lorenzin, leader di Civica popolare che ribadisce: 'Siamo una forza alleata del centrosinistra che vuole, con responsabilità continuare un'azione di governo". Domani l'ultimo giorno per la consegna delle liste e la definizione degli apparentamenti. La campagna elettorale entra nel vivo.