##Centrosinistra vince Napoli-Bologna-Milano, giochi aperti a Roma

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 ott. (askanews) - Il centrosinistra conquista al primo turno Milano, Bologna e Napoli con la conferma del sindaco uscente Beppe Sala e la vittoria a valanga dei candidati appoggiati insieme al Movimento 5 stelle: Matteo Lepore nel capoluogo emiliano e Gaetano Manfredi nel capoluogo partenopeo. Si va al ballottaggio a Torino dove, stando alle prime proiezioni, il candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo è avanti al candidato del centrodestra Paolo Damilano.

Aperta la partita di Roma dove al primo posto c'è il candidato del centrodestra Enrico Michetti che al ballottaggio sarà sfidato con ogni probabilità dal candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri. Nella partita della capitale peseranno molto le percentuali - intorno al 18% - ottenute dalla sindaca uscente Virginia Raggi (M5s) e dal leader di Azione ed ex ministro del governo Renzi Carlo Calenda.

In queste elezioni "c'è stato troppo poco tempo per conoscere i candidati", "siamo partiti troppo tardi", anche se "abbiamo scelto i migliori candidati possibili", è il commento di Matteo Salvini, segretario della Lega. "L'anno prossimo - osserva - votano 25 capoluoghi di provincia. Il centrodestra ha il dovere di individuare i candidati il prima possibile. Chiederò a Giorgia e agli altri alleati di centrodestra di avere entro il mese di novembre i candidati sindaci, civici o politici, per avere almeno 6 mesi di tempo per spiegare la nostra idea di buongoverno. Se dobbiamo questionare, questioniamo prima". Salvini in ogni caso rivendica: "Come Lega abbiamo più sindaci di prima, e il centrodestra vince dove è unito. Ma deve essere unito sul serio".

Il centrodestra si conferma alla guida della Regione Calabria dove vince Roberto Occhiuto (Fi) ed è avanti a Trieste con il candidato sindaco Roberto Dipiazza che sarà sfidato al ballottaggio dal candidato del centrosinistra Francesco Russo.

Soddisfatto il segretario del Pd, Enrico Letta, che conquista alle suppletive della Camera il collegio di Siena e torna a Montecitorio: "È un grande successo per il centrosinistra, per il Pd. Abbiamo vinto perché abbiamo privilegiato l'unità anzitutto quella interna al Pd e in secondo luogo quella interna al centrosinistra". Letta sottolinea anche il dato positivo delle città dove il Pd si è alleato con M5s, cioè a Napoli e a Bologna dove è arrivata la vittoria al primo turno: "Si vince allargando la coalizione, andando oltre il Pd. Abbiamo dimostrato che la destra è battibile".

Conferma la prospettiva dell'alleanza strutturale coi dem anche il leader M5s Giuseppe Conte spiegando che peserà anche dove centrodestra e centrosinistra si sfideranno ai ballottaggi: "E' chiaro che i cittadini non possono essere considerati un pacco postale. Non c'è dubbio che la nostra forza politica non può avere alcuna affinità con le forze di destra". Dunque, "valuteremo se ci sono le condizioni per continuare un dialogo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli