"Cercasi infermiere che insegni Whatsapp a papà": ora il 72enne può parlare con la famiglia

·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
Foto d'archivio (Photo: ansa)
Foto d'archivio (Photo: ansa)

“Mio papà, uomo di 72 anni vecchia scuola, è ricoverato. Cerchiamo qualche infermiere che gli insegni a utilizzare Whatsapp e fare videochiamate”. Questo l’appello apparso sulla pagina Facebook “Taranto è lui”, lanciato dal figlio di un paziente ricoverato presso l’ospedale “Moscati” della città pugliese. Parole che non sono rimaste inascoltate: il personale della struttura, infatti, si è adoperato per aiutare l’anziano mentre tanta vicinanza è arrivata dagli utenti Facebook, che hanno commentato con parole d’affetto e ricondiviso il post.

Nell’appello, il figlio spiegava che l’anziano “fa fatica a parlare e purtroppo non sente perché nel trasporto è stato perso l’auricolare acustico, però se almeno riuscisse a scrivere, per noi sarebbe una grande cosa, purtroppo non ha mai voluto imparare quando stava a casa, o anche fargli fare delle videochiamate, perché anche se non sente almeno può vederci”.

L’uomo era stato inizialmente ricoverato al Santissima Annunziata per una polmonite ab ingestis (infiammazione dei polmoni causata dall’ingresso di sostanze estranee nell’albero broncopolmonare, ndr): “Era dovuta purtroppo a un carcinoma avuto 13 anni fa che fortunatamente ha sconfitto, i cui effetti purtroppo negli anni si fanno sentire”.

“Ricoverato il 5 gennaio, risultato negativo al tampone, lunedì 11 gennaio doveva essere dimesso, ma purtroppo nel suo reparto siamo venuti a conoscenza che un medico è risultato positivo al Covid”, continuava il racconto del figlio. Da qui, il trasferimento presso l’ospedale “Moscati” e le difficoltà nella comunicazione tra famigliari e pazienti, che ora sembrano aver trovato soluzione. “Con grande gioia tutto risolto”, si legge tra i commenti al post.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli