Cerno: M5s non vuole misurarsi con promesse, Di Maio trova scuse

Red/Pol

Roma, 13 mar. (askanews) - "La prima uscita pubblica di Di Maio con la stampa estera è in linea con la falsificazione della realtà effettuata in questi anni dai 5 Stelle. Parlare di avvelenamento dei pozzi è solo un espediente per sottrarsi alle proprie responsabilità e per nascondere una campagna elettorale basata su promesse insostenibili". Lo afferma il senatore del Pd Tommaso Cerno.

"E' il momento della verità, l'onere e l'onore di provare a fare un governo spetta a chi ha vinto. Appare quindi evidente come i 5 Stelle, in realtà, non abbiano alcuna intenzione di misurarsi con le promesse fatte, precostituendosi utili scuse - sottolinea -. Padoan, con il senso di responsabilità e con i risultati ottenuti da chi ha guidato un dicastero tanto importante, si è limitato a ricordare che i conti si devono fare con la realtà e che inseguire la propaganda come fa Di Maio avvelena, lui si, i pozzi, mettendo a rischio la nostra economia".