Cesa (Udc), nel Paese c'e' voglia di Dc. Da Renzi solo tatticismo

Lsa

Roma, 21 set. (askanews) - Il leader dell'Udc Lorenzo Cesa ha riunito i rappresentanti di Popolari per l'Italia, Dc, Cdu, Mir, Popolari per la Puglia, Politica Insieme, e Movimento per la Vita. "Tra pochi giorni nuovi soggetti saranno invitati a ragionare sulle prospettive che si aprono al centro". Una iniziativa che coinvolge anche pezzi di associazionismo cattolico e di società civile. Del suo progetto Cesa ne ha parlarto sul quotidiano online Spraynews.it

L'Idea è quella di "una nuova Dc proiettata nel futuro. La funzione che ci assegniamo - spiega Cesa - è quella di mettere assieme tutta quell'area democratico cristiana che c'è ed esiste, che è fatta non solo dall'Udc, ma da tanti movimenti politici che esistono localmente e sono portatori di un modo nuovo di fare politica. Vogliamo riaggregare quel settore che militava nella Democrazia Cristiana e che metteva al centro della politica la difesa delle fasce più deboli". Quello di Renzi, aggunge "è puro tatticismo. Non vedo una spinta ideale ma solo una operazione di palazzo. Ha evitato le elezioni e questo è un bene, ma lo ha fatto senza un profilo programmatico ed un progetto da offrire al Paese".