Cgie, M. Schiavone: il rinvio delle elezioni Comites sarebbe male minore

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 ago. (askanews) - Il segretario generale del Consiglio generale degli italiani all'estero (Cgie), Michele Schiavone, ha ancora una volta chiesto il rinvio al 2022 delle elezioni per il rinnovo dei Comites (Comitati degli italiani all'estero) fissate dal governo per il 3 dicembre 2021.

"E' nostro parere che le difficoltà amministrative ravvisate condizionino la tenuta delle elezioni per il rinnovo dei Comites e rafforzano convintamente la richiesta del Cgie di rinviare il voto all'anno prossimo", ha detto Michele Schiavone nel corso di una riunione del Cgie in videoconferenza, rivolgendosi in particolare al sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova e a Luigi Vignali, direttore generale della Farnesina per gli italiani all'estero, entrambi presenti al meeting.

"Nelle condizioni date il rinvio di questo appuntamento elettorale rappresenta il male minore. I risultati si preannunciano catastrofici", ha insistito Michele Schiavone, citando l'impreparazione della rete consolare-diplomatica a cui compete l'organizzazione delle elezioni dei Comites, l'inadeguatezza dell'informazione e dei fondi e la pandemia in corso, tutti elementi che fanno temere nuovamente una scarsa partecipazione al voto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli