Cgie, Schiavone: "Siamo chiamati a dare il meglio"

Ihr
·1 minuto per la lettura

Roma, 30 ott. (askanews) - "Siamo chiamati a dare il meglio di noi stessi per avvicinare il destino degli italiani all'estero al nostro Paese. Il processo riformatore avviato negli ultimi anni nei vari ambiti della vita e della amministrazione pubblica italiane che sta accompagnando l'avanzamento dei diritti e la ridenifizione dei rapporti fra Stato e cittadini dovrà incontrare e coinvolgere l'integrazione dei sei milioni di cittadini all'estero e degli 80 milioni di italo-discendenti nel concetto complessivo del sistema Paese". Lo ha detto Michele Schiavone, Segretario Generale del Consiglio Generale degli Italiani all'estero intervenendo via Zoom alla quinta Assemblea Plenaria della Cgie. "Quest'obiettivo passa indubbiamente attraverso la ridefinizione degli attuali organismi istituzionali e il rafforzamento della rapppresentanza degli italiani all'estero", ha aggiunto Michele Schiavone.