Champions League, maledizione Udinese. Il Braga passa ai rigori

Udine, 28 ago. (LaPresse) - La maledizione del preliminare di Champions League colpisce ancora, l'Udinese viene eliminato ai calci di rigore dallo Sporting Braga e per il secondo anno consecutivo vede sfumare l'apporodo nell'elite del calcio europeo. La squadra di Guidolin è stata bella a metà, dopo un ottimo primo tempo è via via crollata nel secondo tempo fino a rischiare più volte di capitolare anche prima di arrivare alla lotteria dal dischetto. Dagli undici metri decisivo l'errore di 'o Mago' Maicosuel, che in modo scellerato calcia a 'cucchiaio' tra le mani del portiere portoghese. Una serata amara per i friulani, che lo scorso anno avevano trovato l'Arsenal e che quest'anno contro il Braga puntavano decisamente a passare il turno contro un avversario alla loro portata.

Si partiva dall'1-1 dell'andata in Portogallo e che non sarebbe stata una passeggiata si è capito fin dall'inizio. Dopo soli 8', infatti, un miracolo di Brkic neutralizza un tiro ravvicinato di Lima, lanciato a rete da Mossoro. L'Udinese piano piano cresce ed esattamente come sette giorni fa colpisce alla prima occasione: al 25' Fabbrini lancia in area sulla destra Basta che rimette in mezzo al volo per l'accorrente Armero che di testa in tuffo insacca nell'angolo alla sinistra di Beto. Al 41' i friulani sfiorano il raddoppio con una punizione dalla trequarti di Di Natale, su cui Domizzi impegna Beto alla deviazione in angolo.

Nella ripresa cresce il Braga e cala l'Udinese, che costruisce comunque un'occasione clamorosa al 60' quando Pereyra lancia in area sulla sinistra Armero che, tutto solo cicca incredibilmente la conclusione a rete. I portoghese sono ormai padroni del campo, si riversano a folate nell'area friulana e alla fine trovano il meritato pareggio. Protagonista Brkic, prima salva il risultato con una gran parata su punizione mancina di Hugo Viana al 70', poi si addormenta due minuti dopo quando dopo aver fermato un tiro di Mossorò non rientra tempestivamente tra i pali e il subentrato Micael da due passi firma l'1-1. Nei supplementari l'Udinese sembra ritrovare l'ardore e sfiora il gol in un paio di occasioni, prima con Pasquale e poi ancora con lo 'sciagurato' Armero. Ai rigori i giocatori del Braga dimostrano maggior sangue freddo non sbagliando mai, mentre l'Udinese paga la voglia di strafare di Maicosuel.

UDINESE - SPORTING BRAGA 5-6 (1-1 al 120').

Reti: 25' Armero, 71' Micael.

Sequenza rigori: Domizzi (gol), Lima (gol), Pinzi (gol), Custodio (gol), Maicosuel (parato), Eder (gol), Armero (gol), Paulo Cesar (gol), Di Natale (gol), Micael (gol).

UDINESE: Brkic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Pinzi, Willians (46' Badu), Pereyra (68' Pasquale), Armero; Fabbrini (80' Maicosuel), Di Natale. All. Guidolin.

SPORTING BRAGA: Beto; Salino, Douglao, Vinicius, Ismaily; Custodio, Hugo Viana; Alan (94' Paulo Cesar), Amorim (60' Micael), Mossoro (108' Eder); Lima. All. Peseiro.

Arbitro: Kuipers.

Ricerca

Le notizie del giorno