Champions, l'Inter rischia il girone di ferro

Le squadre qualificate alla Champions League vengono divise in quattro fasce, da ognuna delle quali viene estratto un nome, stando attenti a non mettere squadre della stessa nazione nello stesso gruppo. (Credits – Getty Images)

Una Champions League conquistata all’ultima giornata, in rimonta, nell’incredibile vittoria dell’Olimpico per 3-2 contro la Lazio. L’Inter, dopo sei anni, torna nell’Europa che conta, ma adesso arriva il difficile. Perché la lunga assenza dalle Coppe ha fatto crollare i nerazzurri nel ranking per club dell’Uefa e quando verranno sorteggiati i gironi l’Inter rischia grosso.

Come funziona, infatti, il sorteggio? Le squadre qualificate alla Champions League vengono divise in quattro fasce, da ognuna delle quali viene estratto un nome, stando attenti a non mettere squadre della stessa nazione nello stesso gruppo. La prima fascia contiene i campioni d’Europa (Real o Liverpool), i vincitori dell’Europa League (Atletico) e i campioni dei primi 6 Paesi col miglior ranking, cioè Bayern Monaco, Barcellona, Juve, Psg, Manchester City e Lokomotiv Mosca.

Dalla seconda alla quarta fascia, invece, viene appunto seguito il ranking Uefa e l’Inter, dunque, è inserita in quarta fascia. Al momento in seconda fascia ci sarebbero Dortmund, Porto, Manchester United, Shakhtar e Napoli, mentre in terza fascia ci sono Schalke, Lione e Monaco. Tottenham e Roma sono, invece, in dubbio tra seconda e terza fascia. Le altre squadre arriveranno dai preliminari e, solo dopo, si saprà quali sono esattamente i club qualificati alla prossima Champions League.

Ma già vedendo così si capisce quali rischi corre l’Inter, ma anche quali sono i sogni. Si potrebbe andare, in caso di successo del Liverpool nella finale di quest’anno, da un gruppo composto da Bayern, Real e Tottenham, a uno più abbordabile, come Psg, Porto e Salisburgo, ma se si guarda a chi potrebbe salire dai preliminari arrivare a un girone ‘facile’ come quello con Lokomotiv, Basilea e Ludogorets. Ma quel che è certo è che, essendo in quarta fascia, per l’Inter il rischio di un girone di ferro è reale.