Chanel n.5, dai gioielli al profumo un secolo di creazioni

·1 minuto per la lettura

Chanel n. 5. Un secolo di fragranze ed essenze per uno dei profumi simbolo della storica maison francese (anno di nascita 1921) che ha firmato per l'occasione una collezione di gioielli 'haute couture, 120 pezzi scolpiti da Patrice Leguéreau, tra cui anelli, orecchini, spille, bracciali realizzati in oro bianco e giallo, perle e diamanti, cristalli di rocca, topazi e zaffiri gialli. Fiore all'occhiello della 'Collection n.5' un collier con un diamante da 55,55 carati. Non sarà in vendita, ma entrerà a far parte della collezione (e del patrimonio) della griffe di rue Cambon.

Sembra che su consiglio di uno dei suoi amanti, il granduca Dimitri, cugino dello zar Nicola II, per realizzare il suo nuovo profumo ("non voglio assolutamente un essenza impregnata di rose e mughetti...") Coco Chanel abbia contattato il migliore tra i creativi del settore, Ernest Beaux. A lui si deve anche l'ideazione della celebre bottiglietta dal design innovativo e contemporaneo, oggi nella collezione permanente del MoMa di New York.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli