Charlene e Albert di Monaco sull'orlo del divorzio? Lei starebbe cercando casa in Sudafrica

·1 minuto per la lettura
(Photo: Jean Catuffe via Getty Images)
(Photo: Jean Catuffe via Getty Images)

“Charlene e Albert II di Monaco sono sull’orlo del divorzio?” scrive l’inserto femminile di Le Figaro. Le voci su una presunta rottura della coppia sono sempre più insistenti. La principessa Charlene non è più a Montecarlo da gennaio, quando si è recata in Sudafrica, sua terra natale. E da allora non si è più mossa, “bloccata” ufficialmente a causa di un’infezione alle vie aeree superiori. I due non compaiono pubblicamente insieme dal 26 gennaio.

Mentre Alberto è a Tokyo per le Olimpiadi, essendo membro del Cio, la distanza protratta tra i due ha innescato un tam tam tra siti e giornali rosa d’Europa, per arrivare in Francia ad eco amplificata.

I dubbi, per i giornali scandalistici, rimangono tanti. Paris Match svela che la facoltosa imprenditrice Colleen Glaeser, grande amica della principessa, la starebbe aiutando a creare un’impresa per gestire i suoi interessi e attività direttamente dal Sudafrica.

Intanto il settimanale tedesco Bunte sbandiera informazioni secondo cui la principessa Charlene si starebbe guardando intorno in Sudafrica alla ricerca di una proprietà immobiliare da acquistare nei pressi di Johannesburg. E soprattutto non avrebbe “per il momento, nessuna intenzione di rientrare” a Monaco, stando a testimonianze anonime raccolte. Secondo la rivista l’annuncio del divorzio per la coppia reale sarebbe imminente. Non ci sarebbe un vero e proprio fattore scatenante, ma un crescendo di disagio verso le continue chiacchiere e voci di infedeltà da parte di Alberto, insieme al fatto che Charlene si senta “giudicata e incompresa”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli