Charles Leclerc appassionato come suo padre: tutte le auto del pilota

padre charles leclerc auto

Charles Leclerc è attualmente il secondo pilota Ferrari nel campionato mondiale di Formula 1. Una storia appassionante la sua, che lo ha portato a diventare in breve tempo un campione e uno dei piloti giovani più stipendiati della scuderia Rossa. Nasce nel principato di Monaco e inizia la sua carriera nei campionati kart, passa poi alle formule fino ad arrivare nella classe regina debuttando con Alfa Romeo Sauber. Lo stipendio di Charles Leclerc è stato di 2 milioni di euro nel 2019 e sarà di circa 3 milioni nel 2020. Una cifra che permette al pilota di concedersi qualche lusso, tra questi, sicuramente l’acquisto di auto di lusso o sportive. Una particolarità però è che al ragazzo Monegasco non serve dover comprare auto come Maserati o Ferrari, sono le case stesse data la sua posizione a dargliele gratuitamente in cambio di pubblicità.

Padre di Leclerc: Hervé Leclerc

Hervé Leclerc ha lasciato Charles poco prima del suo ingaggio in Ferrari. Un dolore che alla giovane promessa non è andato mai a risolversi, tanto che ha dichiarato di aver mentito al padre dicendogli (quando ancora non lo sapeva) di essere già stato assunto da Maranello per renderlo felice. Una storia molto triste che però ha dei lati positivi. Hervé ha lasciato al figlio la grande passione dell’automobile e non solo delle corse. Così Charles ha iniziato la sua personale collezione di automobili guidato dall’esperienza che gli lasciò il padre.

Charles Leclerc: le auto possedute

Non solo Supercar. Da un amante della velocità e da un pilota ci si aspetterebbe una sfilza di Hypercar spinte al limite con la cavalleria. Il ragazzo però ha gusto e oltre a prediligere le auto Italiane, si caratterizza per comprendere anche quelle storiche non appartenenti alla sua era.

Auto Italiane e pezzi d’Epoca

Recentemente sui social di Charles Leclerc, come Instagram e Facebook, si vedono solo foto del pilota sul cavallino (sia di serie sia monoposto). Questo non significa che siano le uniche vetture possedute, ma che la casa della rossa conosce i fan del pilota e ha percepito il guadagno di immagine che ne deriva da questa mossa, ecco però il garage:

  • Maserati GranTurismo: il tridente non poteva mancare nel garage di un vero appassionato di auto italiane. Uno degli ultimi V8 che ancora regalano emozioni vere da sportiva. Quasi 500 cavalli e una velocità di punta che sfiora i 280 km/h.
  • Ferrari 488: la prima rossa stradale provata dal pilota. E’ anche la Ferrari più amata da Charles che lo ha accompagnato nel suo percorso e nella sua carriera per lungo tempo.
  • Ferrari 812 Superfast ed altre: Maranello inizia a fargli provare le auto del cavallino. Charles Leclerc rimane stupito dalle prestazioni della 812 Superfast, anche sei, finirà con acquistare una 488 Pista da accoppiare alla sua prima Ferrari. E’ stato inoltre sponsor per il lancio della Portofino.
  • Fiat 500 storica: la più amata e gelosemente posseduta, questa vettura rappresenta più di 100 anni di storia automotive Italiana. Il pilota l’ha presa da suo padre e la usa solamente in eventi pubblici dove l’auto è super controllata.
  • Suv e Alfa Romeo: c’è stato un periodo in cui anche al pilota piacevano i Suv, uno in particolare. E’ stato infatti per lungo tempo testimonial per l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio (più di 500 cavalli di potenza bruta), e fonti non certe dicono che potrebbe essere entrato nel garage del predestinato.