Checco Zalone fa discutere con il film Tolo Tolo, nelle sale a gennaio

checco-zalone-tolo-tolo

A quasi quattro anni dal suo precedente film Quo Vado, Checco Zalone ritorna nelle sale con Tolo Tolo, pellicola incentrata sul tema dell’immigrazione e sull’integrazione dello straniero. Un atteso ritorno quello di Luca Medici, come dimostra anche le 130mila visualizzazioni che in poche ore ha ottenuto la primissima anteprima del suo nuovo film, in uscita nelle sale il prossimo primo gennaio 2020. Non mancano però anche alcune polemiche, specialmente a causa del delicato tema di cui tratta il lungometraggio.

Checco Zalone ritorna con Tolo Tolo

Prodotto da Pietro Valsecchi e diretto per la prima volta dallo stesso Zalone (dopo che nei primi quattro film la regia era stata affidata a Gennaro Nunziante) Tolo Tolo racconta la storia del complesso rapporto tra un cittadino italiano e un immigrato di colore, utilizzando la consueta ironia politicamente scorretta che caratterizza l’umorismo del comico pugliese.

Ironia che non ha mancato di far discutere e che ben si manifesta anche nel singolo uscito in anteprima per pubblicizzare il film. Il brano “L’Immigrato“, con chiari rimandi melodici alle canzoni di Adriano Celentano, assume infatti i toni di un bizzarro inno all’integrazione con un ragazzo di origini africane che piomba improvvisamente nella vita del povero Checco stravolgendo le proprie abitudini quotidiane.

Le riprese a Roma

Come già trapelato negli scorsi mesi, le comparse di origine africana che si vedono all’interno del film sono state reclutate tra i centri di accoglienza di Roma, città dove il film è stato girato assieme alle location in Africa. Tra i luoghi delle riprese vi è inoltre il celebre caseggiato dove Ettore Scola girò nel 1974 Una giornata particolare, con Marcello Mastroianni e Sophia Loren, che si può vedere nelle sequenze del videoclip del brano L’Immigrato. L’esatta trama del film non è stata tuttavia ancora diffusa, proprio per aumentare l’attesa su quello che si prospetta essere l’ennesimo grande successo dell’ex comico di Zelig.