Chef Colonna: "Sì a green pass al ristorante, è modo scientifico per controllare virus"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 lug. (Adnkronos) – “Sono un uomo che ama le regole e mai come in questo momento in cui sta ripartendo tutto sono a favore del green pass, perché è un modo per avere un controllo più scientifico sul Covid”. Antonello Colonna, parlando con l’Adnkronos, si dichiara favorevole all’introduzione del green pass per andare al ristorante. Secondo lo chef, fra l'altro, dell’Open Colonna di Milano e del Resort Colonna di Labico “la libertà è un diritto che può esistere soltanto se non lede la libertà altrui. Pertanto – sottolinea – per goderne non puoi toglierla agli altri con comportamenti che possono metterne a repentaglio la salute o la vita”.

Per Colonna, “il green pass è un documento da considerarsi alla stregua della carta d’identità o del passaporto, che si chiedono normalmente anche quando si va in albergo. E confido che la mia clientela vorrà mostrare volentieri questo certificato a noi ristoratori, che per la prima volta potremo essere utili alla collettività, anche perché è chiaro che questo certificato spingerà molti a decidere di vaccinarsi. E’ un modo di tutelare il Paese dal momento che dovremo convivere a lungo con il virus”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli