Chef stellato Ducasse usa ventilazione come ospedali per ristoranti

Dmo

Roma, 12 giu. (askanews) - Il superchef francese Alain Ducasse, i cui ristoranti hanno raccolto ben 17 stelle Michelin, record assoluto al mondo, ha installato un sistema di ventilazione simile a quello degli ospedali per riaprire uno dei suoi locali di Parigi, davvero a prova di Covid-19.

Il sofisticatissimo sistema in via di installazione nello storico bistrot Chez Allard a Saint Germain des Pres in vista della riapertura alla fine del mese. I ristoranti francesi hanno avuto il via libera alla riapertura dal 22 giugno ma solo per gli spazi esterni, mentre gli interni restano off limits. Inoltre i tradizionali tavolini, di fatto gomito a gomito, dei locali e caff francesi sono stati snaturati e privati di molti posti a sedere con le misure di distanziamento imposte per il coronavirus, almeno un metro tra ogni tavolo.

"Nessun ristorante pu sopravvivere con la met dei suoi clienti", ha detto Ducasse rivelando la novit del sistema di filtraggio dell'aria all'Allard, dove i tavoli saranno anche divisi con dei paraventi trasparenti che assicurano al meglio la circolazione corretta dell'aria. Su ogni tavolo i bocchettoni di ventilazione decorati con gli dei e le dee del vento filtreranno l'aria, con cinque ricambi di ossigeno all'ora (contro 1,5 standard) e ai clienti sar offerta anche la possibilit di porre dei divisori trasparenti sul tavolo per ulteriore sicurezza.

Ducasse ha spiegato che il suo prototipo dar "sicurezza aggiuntiva ai clienti in spazi chiusi" ed una soluzione da impiegare nei piccoli bistrot che potrebbero perdere met dei tavoli per le regole di distanziamento. Con questo sistema che riduce al mimimo l'impatto sugli spazi ma garantisce aria pulita, come quella delle sale operatorie, secondo gli ideatori, le regole di sicurezza possono essere garantire senza perdere troppi posti a sedere.