Chernobyl, 35 anni fa la catastrofe nucleare

Primo Piano

Era da poco passata l'una di notte quando quel 26 aprile 1986 il reattore numero quattro della centrale nucleare di Chernobyl esplose causando morte e disperazione per l'Ucraina e l'intera Europa. Oggi, a 35 anni di distanza dalla catastrofe nucleare più grande della storia, la città di Pripyat è abitata solo da animali e, secondo le autorità ucraine, potrebbe non essere adatta agli esseri umani per 24mila anni. Il ministro della Cultura dell'Ucraina Oleksandre Tkachenko ha annunciato di voler candidare la Zona di esclusione di Chernobyl all'iscrizione al patrimonio mondiale dell'Unesco.